La depressione è un disturbo dell’umore caratterizzato da un intenso stato di tristezza, disperazione ed insoddisfazione nel quale la persona tende a non provare piacere nelle comuni attività quotidiane vivendo in una condizione di costante malumore e con pensieri negativi e pessimisti circa sé stessi e il proprio futuro.

Spesso la depressione nasce dall’incapacità di accettare una perdita (di una condizione o di una persona), un lutto, una sconfitta o il non raggiungimento di un proprio scopo (che viene vissuto come un fallimento insuperabile).

Le cause della depressione sono molteplici e possono variare da persona a persona, ciò che in una persona crea un forte malessere, può non essere fonte di un tale malessere per un’altra. I fattori che incidono possono essere: ereditarietà, ambiente sociale, lutti familiari, problemi di lavoro. Tuttavia,  sono due i fattori di rischio principali che, specie se concomitanti, possono causare la depressione: il fattore biologico – alcune persone nascono con una maggiore predisposizione genetica verso la depressione – ed il fattore psicologico – le esperienze e i comportamenti appresi nel corso della propria storia di vita possono rendere vulnerabili alla depressione.

La depressione può essere di diverse gravità. Alcune persone hanno sintomi circoscritti nel tempo mentre altre sono così depresse da non riuscire a svolgere le attività quotidiane. La depressione può presentarsi con fasi acute, con umore deflesso in modo intenso ed improvviso oppure in forma cronica nella quale i sintomi sono sempre presenti pur se in forma leggera con improvvisamente momenti di peggioramento. I sintomi sono tendenzialmente più forti al mattino e migliorano nel corso della giornata, ma non è sempre così.

Spesso i parenti, per aiutare chi soffre, cercano di spronare la persona a cercare di reagire ma purtroppo questo tentativo di aiuto può generare sentimenti di colpa nella persona con disturbo depressivo.

Molte persone sperimentano sentimenti ed emozioni fortemente negative nell’arco della propria vita, ma essere depressi significa vedere il mondo con le lenti della negatività e della tristezza: tutto sembra complicato, triste, negativo e difficile da affrontare, anche cose semplici come alzarsi dal letto al mattino o fare una doccia. Molte persone depresse hanno la sensazione che gli altri non possano comprendere il proprio stato d’animo e che siano inutilmente ottimisti.

Alcuni sintomi tipici della depressione sono:

  • perdita delle energie e della voglia di fare,
  • senso di affaticamento,
  • difficoltà di concentrazione, attenzione e memoria,
  • agitazione motoria e nervosismo,
  • perdita o aumento di peso,
  • insonnia o ipersonnia,
  • mancanza di desiderio sessuale,
  • dolori fisici.

Le emozioni tipiche sperimentate sono tristezza, angoscia, disperazione, insoddisfazione, senso di impotenza, perdita della speranza, senso di vuoto. La persona fatica a prendere decisioni e risolvere i problemi, è critica, si svaluta e ha pensieri catastrofici e pessimisti. La tendenza è quella di evitare i contatti sociali, essere passivi, lamentarsi e, talvolta, desiderare di morire e tentare il suicidio.

La depressione può portare gravi ripercussioni sulla vita di tutti i giorni. Questo disturbo porta al ritiro sociale e con il tempo danneggia le relazioni. L’umore della persona depressa condiziona anche il rapporto con sé stessi e il proprio corpo. Tipicamente, infatti, chi è depresso ha difficoltà a curare il proprio aspetto, mangiare e dormire in modo regolare.

Si tratta di un disturbo che può portare al suicidio e non va mai ignorato e sottovalutato.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Phone: +39 345 7196889
Via Dina Galli, 8 - MILANO (M2-M3-M5)
Via Visconti, 104 - VERMEZZO (MI)