Lo psicologo è una figura professionale appositamente preparata per dare sostegno psicologico alle persone che si sentono in difficoltà.

Il percorso di studi è costituito da: laurea triennale, laurea magistrale, un anno di tirocinio professionalizzante e l’esame di stato che abilita all’esercizio della professione attraverso l’iscrizione all’ordine degli psicologi della propria regione.

Oltre a sostenere persone che vivono momenti difficili, lo psicologo si occupa di psicodiagnosi e riabilitazione, promuove il benessere e migliora le capacità degli individui di comprendere sé stessi e gli altri, permettendo di comportarsi in modo adatto, consapevole ed efficace.

Lo psicologo è tenuto al mantenimento del segreto professionale per salvaguardare la riservatezza del paziente e al rispetto di credenze ed opinioni dello stesso, non impone alcun sistema di valori, non discrimina per alcuna ragione e si serve di metodi e tecniche che tutelino questi principi.

Farci accompagnare dallo psicologo lungo un percorso di cambiamento, ci consente di avere un’articolata visione della realtà facilitando l’evoluzione e il cambiamento grazie alle risorse che noi stessi possediamo.

L’intervento psicologico si fonda sulla collaborazione attiva di professionista e paziente con precisi obiettivi e su una specifica relazione di fiducia, empatia, disponibilità ed accoglienza.

La relazione, se vista nella sua dimensione emotivo-affettiva, diventa essa stessa un potente strumento di cambiamento. Un’accettazione passiva della cura potrebbe, invece, ostacolare o impedire il buon esito del percorso.

Lo psicologo:

• sostiene la persona, la coppia o la famiglia attraverso il disagio fino alla sua attenuazione o scomparsa;

• aiuta a comprendere, riattivare e rinsaldare le proprie energie, capacità e motivazioni, permettendo di superare blocchi ed ostacoli psichici,

• crea uno spazio nuovo in cui confidarsi e confrontarsi;

• fornisce le necessarie informazioni in merito al problema esposto permettendo di vedere il problema con occhi diversi.

Chiedere aiuto ad uno psicologo non è segno di debolezza o di scarsa indipendenza, ma indica, anzi, la volontà di capire ed elaborare le proprie difficoltà per raggiungere i propri obiettivi. 

Ricordiamo però che andare a parlare della nostra sofferenza o disagio con qualcuno è una decisione a volte difficile che si elabora un po’ alla volta.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Phone: +39 345 7196889
Via Dina Galli, 8 - MILANO (M2-M3-M5)
Via Visconti, 104 - VERMEZZO (MI)